Il Consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo delibera, con la maggioranza dei due terzi (2/3) dei presenti, l’ammissione degli Associati ordinari nonché la decadenza degli Associati inadempienti, o che tengano una condotta ritenuta indegna e non compatibile con le finalità Associati ve. La decisione non necessita di preventiva intimazione. La decadenza non conferisce all’Associazione alcun diritto alla restituzione delle quote o dei contributi versati. Altrettanto avverrà in caso di dimissioni.

 Il Consiglio Direttivo delibera, altresì, con le modalità e le maggioranze di cui sopra, l’attribuzione della qualifica di soci onorari. Il Consiglio Direttivo può nominare un Presidente onorario tenuto conto della particolare rappresentatività della persona. Il Presidente onorario, pur non assumendo la qualità di associato, potrà partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea degli Associati. Tutti gli associati, ad eccezione della categoria dei soci onorari, sono obbligati al versamento di una quota annua non inferiore all’importo determinato annualmente dal Consiglio Direttivo per ciascuna categoria. Gli Associati non assumono nessuna responsabilità patrimoniale oltre all’importo delle rispettive quote.